Detrazione spese alunni con DSA

La detrazione delle spese sostenute per studenti con DSA è una delle novità del modello 730/2019.

Nella dichiarazione dei redditi sarà possibile indicare l’importo di spesa sostenuto nel corso del 2018 per l’acquisto di strumenti didattici o sussidi tecnici ed informatici che facilitano lo studio.

Risultati immagini per IMMAGINE CALCOLATRICE E NUMERI NO COPYRIGHT

La nuova detrazione al debutto nel modello 730/2019 è rivolta alle spese sostenute in favore di studenti, minorenni e maggiorenni, ai quali è stato diagnosticato un disturbo specifico dell’apprendimento.

La detrazione degli strumenti utili per gli studenti con DSA è pari al 19% del totale della spesa sostenuta nel corso dell’anno d’imposta di riferimento. A differenza di quanto previsto per le spese scolastiche o, ad esempio, per le spese mediche, non sono previsti limiti e non vi è una franchigia da superare per aver diritto al bonus fiscale.

L’importo della spesa sostenuta dovrà essere indicato all’interno del quadro E del modello 730/2019, nella Sezione 1, righi da E8 a E10, utilizzando il codice 44.

Fino alla fine della scuola superiore è quindi possibile fruire dell’agevolazione fiscale pensata per offrire un supporto agli studenti con DSA che necessitano di particolari strumenti tecnologici per studiare.

Le spese che sarà possibile indicare nel modello 730/2019 sono gli “strumenti compensativi” che aiutano l’apprendimento, ossia gli strumenti didattici e tecnologici che sostituiscono o facilitano la prestazione richiesta nell’abilità deficitaria.

Per individuare le spese detraibili bisognerà quindi far riferimento a quanto indicato nelle Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con DSA, allegate al Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca del 12 luglio 2011, n. 5669.

Tra gli strumenti compensativi acquistati per agevolare lo studio di soggetti affetti da DSA rientrano:

  • la sintesi vocale, che trasforma un compito di lettura in un compito di ascolto;
  • il registratore, che consente all’alunno o allo studente di non scrivere gli appunti della lezione;
  • i programmi di video scrittura con correttore ortografico, che permettono la produzione di testi sufficientemente corretti senza l’affaticamento della rilettura e della contestuale correzione degli errori;
  • la calcolatrice, che facilita le operazioni di calcolo;
  • altri strumenti tecnologicamente meno evoluti quali tabelle, formulari, mappe concettuali, etc.

Sono detraibili i sussidi tecnici ed informatici e le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, come ad esempio i computer necessari per programmi di video scrittura, preposti a facilitare la comunicazione interpersonale, l’elaborazione scritta o grafica, l’accesso alla informazione e alla cultura.

Per poter beneficiare delle detrazioni sulle spese sostenute da e per conto di studenti con DSA, sarà necessario essere muniti di appositi documenti, tra cui il certificato medico che attesti il disturbo.

Oltre a questo, sarà necessario che la spesa sostenuta sia documentata con fattura o scontrino fiscale “parlante”. All’interno del documento dovrà essere indicato il codice fiscale dello studente con DSA, e la natura del prodotto acquistato.

Ricordiamo inoltre che la detrazione fiscale è prevista esclusivamente qualora vi sia un collegamento funzionale tra bene acquistato e DSA diagnosticato, così come indicato nella prescrizione autorizzativa rilasciata dal proprio medico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...